RADUNO PRECAMPIONATO OSSERVATORI: “LA QUALITÀ DI UNA PRESTAZIONE ARBITRALE È SINONIMO DI GENEROSITÀ ATLETICA, SERENITÀ IN CAMPO E CREDIBILITÀ NELLE DECISIONI”.

Domenica 2 settembre si è chiuso l’ultimo dei quattro giorni di raduni pre-campionato del CRA Lombardia. È stato il momento degli Osservatori regionali coordinati dal responsabile Marco Visigalli per una intensa giornata di lavoro iniziata subito con la spiegazione della Circolare 1 e l’effettuazione dei Quiz tecnici da parte dei Componenti del Settore Tecnico Luca Gaggero, Lorenzo Bonello e Giancarlo Frassa.

Il tema più atteso è stato sicuramente la nuova relazione dell’osservatore arbitrale, elemento di novità ma anche di semplificazione dell’attività tecnica per gli osservatori. Il focus deve rimanere la prestazione dell’arbitro e degli assistenti sia per gli aspetti formativi che per selettivi. Ricercare prestazioni qualità per l’osservatore significa mantenere alta la concentrazione durante la visionatura e cogliere tutti gli elementi necessari per poter fornire durante il colloquio di fine gara un contributo concreto per la crescita formativa degli arbitri e degli assistenti.

Nel pomeriggio sono proseguiti i lavori con ulteriori disposizioni tecniche e comportamentali, fino a quando, insieme all’intera commissione, ci si è trasferiti presso lo stadio di Romano di Lombardia per visionare una gara di Coppa Italia di Eccellenza. Al termine della gara si è svolta la disamina della gare e delle prestazioni visionate, con risultati ampiamente soddisfacenti in termini di congruità e uniformità delle valutazioni espresse da parte degli osservatori.