IL PRESIDENTE ALESSANDRO PIZZI IN VISITA PRESSO LA SEZIONE DI CREMA

Uno dei valori più importanti che l’AIA trasmette è quello dell’importanza della squadra. Anche a livello nazionale si sottolinea in continuazione come l’arbitro non sia una figura solitaria, ma proprio un atleta sostenuto dai colleghi in caso di difficoltà. Dalla Serie A, passando per l’Organo Tecnico Sezionale fino ad arrivare ai Giovanissimi gli associati analizzano video, si sottopongono a quiz e test atletici, tutti allo stesso modo. Questo rende l’idea di come la distanza tra mondo provinciale, mondo regionale e mondo professionistico sia molto più esigua rispetto ad altri sport. A sottolineare ciò è certamente l’annuale visita del C.R.A. Lombardia in tutte le Sezioni della regione, compresa ovviamente quella di Crema. Quest’anno abbiamo avuto l’onore di ospitare il presidente in persona, Alessandro Pizzi, coadiuvato dall’organo tecnico Onofrio Murgida, i quali si sono calati subito nel contesto, mostrando però i metodi di lavoro di una tipica lezione di un raduno regionale. I temi trattati sono stati interessanti sopratutto per i più giovani, non abituati ad effettuare quel tipo di ragionamento in campo. “L’arbitro bravo è colui che fiuta il possibile disastro, ed interviene prontamente affinché non avvenga”. Molti dei filmati portati sono stati incentrati sul capire una possibile reazione di un calciatore ad un fallo, che porta quest’ultimo a farsi giustizia da solo. Alessandro sottolineava come sia fondamentale la preparazione dell’evento: “Se non vi preparate mentalmente a questo tipo di situazioni, rischiate di tenere in campo un calciatore che ha commesso un grave fallo su un avversario”. I successivi filmati hanno trattato invece il fallo di mano, argomento molto più tecnico sul quale i ragazzi della Sezione hanno prontamente risposto, prendendo le corrette decisioni. Infine, dopo un’acuta ed intensa parte tecnica, la R.T.O. si è conclusa con un bellissimo discorso del presidente Pizzi, decisamente motivazionale. Le sue parole sono state accompagnate da una bellissima fotografia, rappresentante due scavatori, il primo a pochissimi centimetri dal trovare un immenso tesoro, il secondo, molto più indietro, che scavava, scavava e scavava, ininterrottamente… . “Ragazzi, NON FERMATEVI QUI! (indicando il primo scavatore). Questa attività richiede enormi sacrifici, ne siamo consapevoli. Per questo non dovete permettervi di mollare tutto quando siete lì, a pochi centimetri dal traguardo! Continuate a scavare fino alla fine! Buona stagione a tutti!”. La serata, dopo i vari raduni sezionali, ha rappresentato un’ulteriore carica emotiva per tutti gli arbitri della Sezione di Crema, pronti ancor di più per scendere in campo dalla prossima domenica.

.