CONTINUANO LE VISITE CRA NELLE SEZIONI LOMBARDE

Con la stagione sportiva ormai entrata nel vivo, continuano le gradite visite del presidente del CRA, Alessandro Pizzi, accompagnato dai suoi componenti nelle varie sezioni. Un’importante occasione di formazione, che permette a tutti i giovani arbitri a disposizione degli organi tecnici sezionali di vivere una lezione tecnica con lo stesso materiale analizzato nei raduni regionali.

Nel corso della lezioni tecniche si è parlato sia di aspetti generali della prestazione arbitrale sia di dettagli tecnici relativi a situazioni specifiche che possono verificarsi sul terreno di gioco. Innanzitutto si è sottolineata l’importanza della preparazione atletica e dell’allenamento costante: questi non sono necessari semplicemente per il superamento dei test atletici di inizio stagione, bensì sono fondamentali per garantire all’arbitro sia la capacità di reggere i ritmi delle partite sia di restare lucido per tutta la durata della gara.

La visione di alcuni filmati ha fornito spunti di riflessione importanti ed ha messo in evidenza alcune delle qualità che rendono un arbitro credibile durante una gara: rimanere vicini all’azione, essere equilibrati ed oggettivi nel giudizio, correre garantendo una presenza attiva, intervenire tempestivamente. È proprio da quest’ultimo aspetto che si parte, analizzando dei filmati relativi ad alcune espulsioni in cui l’intervento tempestivo dell’arbitro ha evitato lo svilupparsi di proteste e mass confrontation a seguito di interventi molto duri. Si è anche sottolineato come la tempestività sia legata a doppio filo al mantenimento di un’alta concentrazione durante tutta la partita e come le insidie maggiori si nascondano nelle fasi di scarico e negli episodi inaspettati.

I vari ospiti hanno poi posto l’attenzione sull’aspetto tecnico e disciplinare: controllo dell’area di rigore sui calci piazzati, parametri da considerare nella valutazione dei falli di mano e della condotta gravemente sleale, oltre che gestione delle proteste.

Non meno importante risulta l’analisi di filmati provenienti dal mondo del futsal. Anche in questi, nonostante le regole peculiari della disciplina si è posta l’attenzione sulla tempestività delle segnalazioni: una decisione corretta ma presa con eccessivo ritardo può infatti determinare delle proteste evitabili.

Nelle immagini di seguito, le visite dei vari componenti presso le sezioni di Legnano, Lovere, Lomellina e Chiari.