Il primo incontro in videoconferenza tra il CRA Lombardia e i presidenti delle 25 sezioni lombarde

di Fabio Gafforini

Un’emergenza che non può fermare il nostro essere arbitri, come ha ricordato il Presidente del CRA Lombardia Alessandro Pizzi nel suo messaggio degli scorsi giorni rivolto agli associati, e che non può fermare nemmeno l’attività organizzativa del CRA e delle Sezioni, né tanto meno il reciproco dialogo e il coordinamento tra le parti.

Così domenica sera il Presidente Pizzi ha voluto “incontrare” i 25 Presidenti delle Sezioni lombarde in una videoconferenza alla quale ha partecipato anche il Componente del Comitato Nazionale Alberto Zaroli.

Tra le molteplici tematiche toccate, una ha occupato più spazio in questa che è stata, a tutti gli effetti, la prova di una “Consulta Regionale”: ogni Presidente ha raccontato quale è la situazione nel proprio territorio, quali le situazioni di salute degli associati e dei familiari, quale lo stato d’animo della propria sezione.

Su un territorio pesantemente colpito come quello lombardo, con alcune zone devastate dall’emergenza Coronavirus, prevale su tutti un sentimento di ragionato e accorto ottimismo: gli umori sono alti e la voglia di ripartire è tanta, sempre però nel rispetto delle normative vigenti e di quello che ormai è diventato un mantra, ovvero “stAIAcasa”.