FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO
COMITATO REGIONALE ARBITRI – LOMBARDIA
ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

 

Il Comitato Regionale Arbitri ha una serie di compiti e di attribuzioni determinate dagli articoli 17 e 18 del Regolamento A.I.A.. In particolare:

  • Coordina e controlla l’attività tecnica delle Sezioni.
  • Impiega e controlla tecnicamente gli arbitri, gli assistenti e gli osservatori regionali.
  • Trasmette al Comitato Nazionale i provvedimenti relativi a dimissioni e trasferimenti.
  • Autorizza i Presidenti di Sezione a svolgere i corsi arbitro; segnala al Comitato Nazionale le richieste per l’indizione di corsi di qualificazione e aggiornamento per osservatori.
  • Trasmette le proposte di fine stagione e le graduatorie relative agli arbitri regionali ed a quelli sezionali.
  • Definisce l’entità di introiti ed impieghi del Comitato Regionale.
  • Approva i bilanci di previsione delle sezioni.

Il Presidente del Comitato Regionale è nominato, per una stagione sportiva, dal Comitato Nazionale su proposta del Presidente dell’A.I.A., sentiti i Presidenti Sezionali. Il Presidente, nell’ambito della Regione di competenza, svolge le funzioni tecniche e amministrative avvalendosi dei componenti del Comitato a ciò delegati; i Componenti C.R.A. ed il Vice Presidente sono nominati dal Comitato Nazionale per una stagione sportiva, su proposta del Presidente Regionale.

Questa la teoria… in pratica poi i “numeri” della Lombardia sono questi:

  • 25 sezioni distribuite su tutto il territorio (con distanze fra gli “estremi” superiori ai 300 chilometri).
  • 4339 associati in totale (al 30 giugno 2012).
  • 400 arbitri Cra (Eccellenza, Promozione, Prima e Calcio a 5).
  • 200 assistenti.
  • 90 osservatori.
  • 3 gironi di Eccellenza, 7 di Promozione e 12 di Prima Categoria con oltre 16.000 designazioni annue relative alle sole gare di L.N.D. regionali. A queste si aggiungono le gare di Settore Giovanile (oltre 4.000), il Femminile ed il Calcio a 5 (800 gare).